Home | Il Coordinamento | Il Passaggio del GRA sul Tavello | L'Area Naturalistica | Il Video | Contattaci

lunedì 4 giugno 2012

Convegno "Natura e Paesaggio del Tavello - Salvaguardia e Promozione

All'interno del programma della festa "Tavello è" si è svolto un interessante convegno dal titolo "Natura e Paesaggio del Tavello - Salvaguardia e Promozione".
Dopo l'introduzione di Jacopo De Rossi e i ringraziamenti del Sindaco ai gruppi che hanno lavorato per la salvaguardia dell'area sono iniziati gli interventi dei relatori.

La prof. Mariarosa Vittadini dello IUAV di Venezia ha evidenziato che il Tavello è un'area molto amata dai limenesi e da molte altre persone e questo fatto ha contribuito a rafforzare la difesa del territorio. Ha poi elencato e commentato le osservazioni della Valutazione di Impatto Ambientale che hanno portato allo stralcio del tratto T del GRA.
http://youtu.be/9g-1b_mlLYY

A seguire il Prof. Armando Barp ha evidenziato come molte opere in legge obiettivo sono in realtà piccole opere non inserite in un piano regionale o nazionale.
http://youtu.be/XnQEF-05i-E

Il prof. Filesi ha spiegato le potenzialità naturalistiche dell'area, ricca di specie vegetali ormai scomparse in altri ambiti.
http://youtu.be/-QRYKaXZKV4

Il dott. Turin ci ha raccontato della fauna che vive nell'area e di come le opere dell'uomo ostacolino la riproduzione delle specie (soprattutto i pesci)
http://youtu.be/d0-iHxQ0_kM

Il dott. Mauro Borgato ha illustrato come i nuovi strumenti urbanistici a disposizione dei Comuni (PAT e PATI) debbano integrare la salvaguardia e valorizzazione di aree naturalistiche.
http://youtu.be/B9OhLVQeJEg

Gianpaolo Forese del Centro Studi Brenta ha parlato dello sviluppo urbanistico attorno al fiume e di possibili integrazioni con una nuova idea di agricoltura.
http://youtu.be/N-qEPN2VFk4

L'ultimo intervento di Sergio Lironi di legambiente ha presentato il progetto "salviamo il paesaggio" e in particolare la proposta di parco agricolo urbano tra Brenta e Bacchiglione (vedi qui)
http://youtu.be/1eGYCvUhkKg



Buona visione

giovedì 17 maggio 2012

Tavello è - edizione 2012

Domenica 20 maggio siete tutti invitati alla seconda edizione della festa "Tavello è" organizzata dalla Commissione Comunale Tavello che ha chiamato a partecipare i gruppi e le associazioni del territorio - all'iniziativa aderiscono i gruppi ed associazioni limenesi, come il nostro coordinamento.
Una intera giornata di attività che si svolgeranno nelle varie zone dell'area.
Vi aspettiamo numerosi.
Scarica qui il volantino

lunedì 6 febbraio 2012

Finalmente il parere della Commissione V.I.A.: è negativo sul tratto Nord del GRA


Da un paio di giorni giravano le voci, ma abbiamo aspettato di vedere il parere della Commissione VIA per avere certezza che il GRA non attraverserà Limena. (Potete scaricare il documento da qui - andate a pagina 59)
La commissione VIA ha bocciato il tratto Nord "Terraglione" tenuto conto di rilevanti criticità e impatti ambientali.
È confortante vedere come le osservazioni di comitati (vedi pag 99 del pdf), cittadini e amministrazioni siano state prese in considerazione ed argomentate in modo tecnico (dopo anni di "muro di gomma" sembra impossibile che qualcuno possa prendere in considerazione le tue richieste).

Finalmente un po' di giustizia su un abuso (una strada che non serve, progettata per favorire "i soliti amici" - il caso Brentan insegna) che stava per distruggere un'area che sempre più accomuna e unisce i cittadini limenesi.
Dispiace leggere che l'amministrazione di Limena si vanta di avere "amici" che hanno influenzato la decisione della Commissione; da una classe politica che non cerca la giustizia, ma il successo personale ottenuto grazie alla "politica dei favori" possiamo aspettarci abusi anche più devastanti del GRA.

Grazie di cuore a tutti quelli che si sono impegnati in questa battaglia contro un’ingiusto sopruso nei confronti del nostro territorio.

Luca Cingano

venerdì 11 novembre 2011

NON ASFALTIAMO IL FUTURO
Proposte per una diversa mobilità tra Padova e Venezia

I circoli Legambiente delle provincie di Padova e Venezia organizzano per martedì 15 novembre 2011 un Convegno di denuncia e approfondimento sul tema della mobilità, un argomento importante, che sta pesantemente interessando il nostro territorio in questi anni.
Tutti possono liberamente partecipare.

giovedì 6 ottobre 2011

Osservazioni allo Studio di Impatto Ambientale (SIA)

La scorsa settimana il Coordinamento NO-GRA ha inviato 31 osservazioni al Ministero dell'Ambiente e alla Regione Veneto relative allo Studio di Impatto Ambientale del progetto GRAP.
Le potete scaricare da qui.
In sintesi elenchiamo i punti principali delle osservazioni:
1. Inserimento dell'opera in Legge Obiettivo - consideriamo la procedura irregolare (per approfondire vi consigliamo di leggere queste osservazioni formulate dai CAT di Dolo)
2-3. La parte denominata "tratto Nord" ad una corsia per senso di marcia è una strada che nasce "vecchia" e non può quindi considerarsi di "rilevante interesse pubblico", inoltre per le sue dimensioni e per la quantità di interruzioni (rotonde/svincoli) la strada proposta svolge solamente funzioni per un traffico "locale"
4. Il progetto non tiene conto di altri progetti in corso (complanari) e di strade che dal 2001 ad oggi hanno migliorato la viabilità attorno alla città di Padova.
5. L'idea di un anello attorno alla città di Padova va a sfumare, vista la mancanza del tratto che doveva attraversare il comune di Villafranca Padovana (cancellato per pressioni politiche)
6-7. Problematiche sul tratto di strada che va da Ponterotto all'intersezione con la Tangenziale di Limena
8-9-10. Via Ceresara senza nessun tipo di mitigazione per gli abitanti verrà a far parte del tracciato con un notevole rischio per la salute dei residenti. La pista ciclabile verrà interrotta.
11-12-13-14. La rotonda di via Ceresara andrà ad abbattere l'argine maestro del Brenta considerato che l'area del Tavello ha grado di pericolosità idraulica P3/P4, niente impedirà ad una sempre più probabile piena di espandersi anche oltre la zona golenale e nel paese di Limena.
Il ponte disegnato nella variante T1 ha i piloni in alveo, soluzione che comporta un grave rischio idraulico vista l'estrema vicinanza con i Colmelloni (che regolano il deflusso dell'acqua verso Padova) e la deviazione del fiume nel canale Brentella.
15. Per allontanare la strada dalla zona S.I.C. il tracciato propostao dalla variante TC1 si avvicina al centro del paese, aumentando i rischi per la salute dei cittadini.
16-17-18-19. Impatto ambientale sull'area S.I.C. - Z.P.S. del Tavello e completa inadeguatezza delle compensazioni.
20. Mancata considerazione di reali alternative.
21. Mancanza di reali studi sul traffico.
22-23. Sottostima dell'inquinamento acustico che in un'area come quella del Tavello porta ad un aumento molto considerevole del rumore, interssando anche il centro del paese.
24. Sottostima dell'impatto ambientale dell'opera sulla zona denominata "Tavello".
25-26. Il tratto relativo al Terraglione rimarrà simile all'esistente, senza migliorarne le capacità trasportistiche; se il tratto Nord nasce per colmare la lacuna di una mancanza di uscita dell'area artigianale di Saletto, quest'ultima ha una valenza tale da non richiede una nuova viabilità (anche in considerazione che non potrà più espandersi).
27-28-29. Incidenza di tipo naturalistico e paesaggistico sulla zona SIC ZPS del Tavello
30. Isolamento di una strada nel comune di Limena e di Vigodarzere (via Guido Trieste e via Marconi).
31. Devastazione dell'Azienda Agricola Biologiac Bettella e dell'area a Bosco e siepe dell'azienda stessa.
Il coordinamento No-Gra propone quindi lo stralcio del tratto Nord invitando a studiare soluzioni non impattanti pr il miglioramento del traffico locale.

giovedì 25 agosto 2011

Varianti allo Studio di Impatto Ambientale - Osservazioni


È "stranamente" sempre così: ad Agosto, quando la gente è in ferie, escono gli avvisi che riguardano le osservazioni che gli enti, le associazioni o le persone possono fare alle opere pubbliche che passeranno (è proprio il caso di dirlo) sopra la loro testa.



Il GRAP non è da meno e nel mese di agosto è uscito l'avviso sui giornali che entro i primi di ottobre occorre presentare eventuali osservazioni alle varianti proposte al progetto.



La variante che riguarda l'area del Tavello è forse ancora più disastrosa e impattante del progetto iniziale. Credo si potrà vedere, e sentire, la nuova strada dalla piazza di Limena.
Il coordinamento sta lavorando per scrivere le osservazioni, ma chiediamo anche l'aiuto di chiunque sia interessato a salvaguardare il territorio e a contrastare un'opera indegna di fregiarsi del titolo di "pubblica utilità".
La documentazione relativa al tratto del Tavello potete scaricarla da qui (60 Mb).

mercoledì 6 luglio 2011

Il GRA come la TAV

Stamattina ho trovato questa intervista rilasciata a "ResetRadio" da Luca Mercalli in merito alla questione TAV. (http://www.resetradio.net/interviste/ambiente/luca-mercalli/)
Se avete 10 minuti di tempo vi consiglio di ascoltarla; aiuta a capire come molte opere "imposte alla popolazione solo per una questione di guadagno" e non strettamente necessarie creino solo malcontento e rabbia tra i cittadini. Non è da meravigliarsi poi che i mezzi di comunicazione a servizio dei poteri forti esaltino l'utilità di queste opere con la solita frase "non bisogna fermare il progresso". A questo proposito leggete quest'articolo pubblicato ieri ne "il Mattino di Padova".
Il GRA di Padova rientra nella categoria appena descritta: se ne parla da 10 anni senza mai capire fino in fondo quali sono le ragioni per le quali un'opera così inutile debba essere realizzata.
Se la strada fosse assolutamente necessaria forse la gente sarebbe scesa in piazza a reclamarla. Ma trasversalmente i politici la considerano di "Pubblica utilità" tanto da inserirla in "Legge Obiettivo", obbligando gli enti locali e noi cittadini ad accettarla senza poter reclamare, tanto poi, come dice l'assessore provinciale Riolfatto, "la gente si abitua".
Non so se contro il GRA di Padova - Camionabile si faranno delle manifestazioni come in Val di Susa, credo però che sia nostro dovere denunciare questo abuso e questo continuo spreco di territorio.

domenica 15 maggio 2011

Tavello è - una festa per il Tavello

Domenica 29 maggio siete tutti invitati alla festa "Tavello è" organizzata dalla Commissione Comunale Tavello che ha chiamato a partecipare alcuni gruppi ed associazioni (anche non limenesi) - all'iniziativa aderiscono i gruppi ed associazioni limenesi, come il nostro coordinamento.
Una intera giornata di attività che si svolgeranno nelle varie zone dell'area. Qui potete trovare il programma dettagliato della giornata.
I giovani di Limena si sono attivati in modo massiccio per organizzare concerti e attività e hanno realizzato un bel video sull'argomento. Lo trovate qui.
Vi aspettiamo numerosi.

giovedì 5 maggio 2011

Il Video del Coordinamento NO-GRA

Di seguito trovate il video realizzato dal coordinamento NO-GRA Un Tavello per tutti per far conoscere l'area del Tavello ed evidenziare l'inutilità pubblica e l'utilità privata del GRA di Padova.



video

mercoledì 16 febbraio 2011

GRA - Cantieri entro il 2012,
parola di Vittorio Casarin



Gara d'appalto entro fine anno e inizio lavori entro il 2012: su queste date non sembra avere dubbi Vittorio Casarin, già presidente della Provincia di Padova, presidente e fondatore della società GRA, amministratore delle Società Autostrade, ecc. che l'altra sera ad una riunione sulla viabilità a Vigodarzere ha "venduto" il tratto Nord dell'opera ad una attenta assemblea di abboccanti cittadini. La "promessa" della risoluzione del "nodo della castagnara" fatta alcuni anni fa è però sparita, anzi Casarin chiude ancora di più la borsa mettendo in lista d'attesa molte delle opere complementari chieste dall'amministrazione e dai cittadini residenti. Nessuna parola sull'impatto ambientale complessivo e sulla effettiva necessità della strada. Il GRA secondo Casarin è sicuramente in Legge Obiettivo, ma nel documento del C.I.P.E. non è citato direttamente, non si capisce poi quale documento..!?
A fine serata a seguito di alcune nostre domande, Casarin ci dice testualmente "dovreste essere contenti che facciamo una strada che porta la gente a vedere le bellezze del Tavello". Attenzione quindi, forse ci sarà un sovrapedaggio "per meriti paesaggistici".